Cultura e Attualità

Vino, stelle e musica: a Ravello si brinda con “Calici di stelle”

In programma anche il concerto di Raoul & Swing Orchestra e l’osservazione delle stelle a cura del Centro Astronomico Neil Armstrong.

Lunedì 12 agosto, alle ore 20.30 turisti ed appassionati riscopriranno le bellezze paesaggistiche e storiche della città di Ravello, nell’ambito della manifestazione Calici di Stelle dedicata al cinquantesimo anniversario del primo sbarco dell’uomo sulla luna.

Una passeggiata di emozioni attraverso la strada nobile dei grandi alberghi di Ravello: dall’Auditorium alle spalle del Duomo a via San Giovanni del Toro, per arrivare nell’omonima piazzetta e poi proseguire nell’incantevole e panoramica via Santa Margherita, fino a giungere in piazza Fontana Moresca. E non solo.

Un ricco percorso degustativo – preparato dagli chef degli Hotel Bonadies, La Moresca, Parsifal, Belmond Caruso, Palazzo Avino, Villa Fraulo, Villa Maria e Palazzo Acampora – impreziosito dai prodotti tipici del Caseificio Il Capitano, della Tramontina e dell’Antico Forno Carrieri, e dalle prelibatezze dei maestri delle storiche pasticcerie campane Pepe, Pansa, Mennella e De Vivo.

Inoltre, camminando tra le viuzze, il belvedere e le piazzette della zona alta di Ravello, sarà possibile ammirare le stelle grazie all’osservazione telescopica guidata a cura del Centro Astronomico “Neil Armstrong” di Salerno.

Chiuderà la serata, nella suggestiva cornice di piazza Fontana Moresca, il coinvolgente concerto di Raoul & Swing Orchestra. Un incantevole mix di suoni, sapori e profumi, dunque, in un’atmosfera magica che solo Ravello può regalare.

Parteciperanno le più importanti cantine del territorio campano e della Costiera Amalfitana, l’Associazione “Le Donne del Vino”, i Consorzi “Sannio Tutela Vini” (partner del Ravello Festival 2019), “Vesuvio” e “Vita Salernum Vites”, con il coordinamento dell’AIS Costiera Amalfitana. Spazio anche all’artigianato, con i prodotti del brand “Sannio Autentico”, e alle eccellenze della Costiera Amalfitana e del Consorzio “Limoni Costa d’Amalfi”.