Cultura e Attualità

Ritorna a Pioppi il Festival della Dieta Mediteranea

Dal 30 luglio al 10 settembre il piccolo borgo del comune di Pollica sarà teatro di incontri, dibattiti, showcooking, spettacoli teatrali per bambini, concerti musicali all’alba, escursioni e tanto altro.

Promossa da Legambiente Onlus e dal Comune di Pollica con il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, la manifestazione è giunta alla sua sesta edizione. Gli eventi avranno come base principale il Palazzo Vinciprova di Pioppi, sede del Museo Vivente della Dieta Mediterranea e del Museo Vivo del Mare, ma quest’anno si estendono ad altri luoghi suggestivi del Cilento, come il Castello Capano di Pollica, il parco archeologico di Velia e fino ad una puntata nel borgo di Marina di Camerota.

Turisti ed esperti del settore avranno così la possibilità di incontrarsi per discutere del valore scientifico della Dieta Mediterranea, dal 2010 patrimonio Unesco, quale modello nutrizionale che sembra porsi come risposta anche alla sfida economica globale che si sta giocando sul fronte dell’agroalimentare. L’industria alimentare, con quella del packaging sono i principali attori della battaglia intrapresa per  favorire una nuova agricoltura, nuove tecniche, la tutela della biodiversità, la sensibilizzazione ad una nutrizione sana e per la difesa del pianeta.

Tanti gli appuntamenti da non perdere, come i concerti di musica classica all’alba, ogni domenica mattina di agosto dalle ore 6 sulla spiaggia antistante il Castello; le due serate dedicate a Dante, il sommo poeta, padre della lingua italiana, a settecento anni dalla sua nascita e la due giorni dedicata ai vini biologici campani con il Premio Regionale “Vigna Bio”. Troverà spazio anche il benessere fisico con gli incontri “Flex and Mobility Mornign” ogni domenica e giovedì alle 7 del mattino. Diversi anche gli ospiti di prestigio, come l’ex missi Italia Daniela Ferolla, il poeta Franco Arminio, l’attore Lucio Allocca, il professore Donato Greco, membro del CTS, l’imprenditore Roberto Esposito e l’etnografo digitale Alex Giordano.

Il festival è organizzato con la collaborazione del Future Food Institute, della cooperativa Minnelea, del Centro Studi Dieta Mediterranea “Angelo Vassallo” e con il patrocinio di Regione Campania, Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Slow Food e Ordine dei Tecnolgi Alimentari di Campania e Lazio; si avvale inoltre delle partnership di Alma Seges, Sole 365 e Grimaldi Energia.

Leave a Reply