Università

VIVI UNISA DI NOTTE GUARDA AL FUTURO DEGLI STUDENTI COL FISCIANO BRAIN CAMP

Con l’ultima serata, di ieri, si è conclusa l’VIII edizione di Vivi Unisa di Notte, il consueto appuntamento con la festa degli studenti del campus di Fisciano: dj set, special guest, tra gli altri nomi Francesco Facchinetti, per quello che si è riconfermato essere l’evento numero uno degli universitari. In versione festival a partire da quest’anno, con tre serate trascorse insieme, dal 16 al 18 maggio, nella nuova location di Piazza dei Giovani, nei pressi delle Residenze Universitarie di Penta (Fisciano). Studiata con l’intento di completare la vita di ateneo con un momento di svago e di aggregazione giovanile, all’insegna della musica e del sano divertimento, da sempre Vivi Unisa di Notte ha abbinato questo scopo a slogan e messaggi, in merito a temi di grande rilevanza sociale e a momenti di crescita. Non solo divertimento, quindi, ma un pensiero rivolto al futuro. Come grande novità di quest’anno, infatti, la manifestazione è stata parte integrante di Fisciano Brain Camp, iniziativa che rientra nell’ambito del Fisciano Campus Experience, organizzata insieme al Comune di Fisciano e in collaborazione con Davimedia, per promuovere l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e, in particolare, nel settore della comunicazione e dell’entertainment. “È un motivo di grande soddisfazione aver legato Vivi Unisa a questo nuovo percorso con il Comune di Fisciano e con Davimedia, attraverso il protocollo d’intesa Fisciano Campus Experience. La cooperazione e la sinergia sono elementi imprescindibili per generare attrattori forti, in grado di essere competitivi su larga scala e contribuire allo sviluppo territoriale” – ha dichiarato Antonio Santoro, co-founder dell’evento e membro dell’associazione Vivi Unisa. “Un luogo dove connettere le intelligenze e le energie del territorio e dell’Università di Salerno con le esigenze, le sfide e la complessità del progresso e dello sviluppo sostenibile della nostra società” – spiega. La manifestazione si è articolata in diversi momenti, se di notte ci si è divertiti “responsabilmente”, di giorno si sono seguiti due percorsi: uno dedicato al settore della comunicazione, degli eventi, del giornalismo e dei media, in particolare della radio e l’altro al Job meeting. I partecipanti, difatti, hanno avuto la possibilità di incontrare Gianmaurizio Foderaro, direttore di Radio Rai ed effettuare un vero e proprio casting con Luca Dondoni, giornalista de La Stampa e speaker di RTL 102.5, negli studi di Unis@und, la webradio del campus. Il più bravo è stato selezionato per uno stage di una settimana presso un network nazionale. Inoltre, al Fisciano Brain Camp sono state presenti aziende locali e nazionali alla ricerca di diverse figure professionali, con propri stand all’interno del foyer del Teatro d’Ateneo, presso i quali i ragazzi hanno sostenuto dei veri e propri colloqui di lavoro, ricevuto informazioni e presentato idee e progetti. Ad Maiora.

Rosita Sosto Archimio